Revlon Photoready Perfecting Primer: l’alleato per un trucco perfetto

Inserito da in Beauty | 0 commenti

Revlon Photoready Perfecting Primer: l’alleato per un trucco perfetto

27 gennaio 2014

Tra i buoni prositi per questo 2014 in cima ce n’è uno che riguarda proprio il blog, in particolare la sezione beauty, ed è quello di fare più review. Scrivere dei post di presentazione delle nuove collezioni makeup, infatti, è utile a voi lettori per essere sempre aggiornati sulle ultime novità in fatto di bellezza ma poter leggere e vedere nel dettaglio i vari prodotti è tutta un’altra cosa. Per questo motivo ho trascorso il fine settimana a fotografare una serie di rossetti, smalti, ombretti e trattamenti viso in generale di cui voglio assolutamente parlarvi ed oggi comincio con quello che mi è piaciuto di più in assoluto. Si tratta di un primer viso che ho avuto la possibilità di testare questa estate ma che ho riscoperto con grande entusiasmo con l’arrivo della stagione fredda. Il prodotto in questione è il Revlon Photoready Perfecting Primer ed ecco la mia beauty review completa.

Revlon photoready

All’interno della boccetta in vetro trasparente, elegante ed essenziale nel design, sono contenuti ben 27 ml di prodotto che possono essere utilizzati per dodici mesi dalla data della prima applicazione. La possibilità di vedere sempre la quantità di primer ancora a disposizione scongiura il pericolo di rimanere senza e il comodo dosatore consente di utilizzare soltanto la quantità necessaria per creare una base makeup, riducendo al minimo gli sprechi. Il prezzo è di 13 euro ma può subire variazioni da profumeria a profumeria. Il prodotto ha un colore bianco rosato e la consistenza è simile ad una soffice mousse. Io lo applico prima del fondotinta, stendendolo su viso e collo usando semplicemente le dita, ed è immediatamente visibile il suo effetto illuminante. La pelle, infatti, diventa subito più luminisa, il colorito è uniformato e le piccole imperfezioni minimizzate.

Revlon photoready 3

La sua formula è leggera e priva di parabeni, oli, profumazione e talco. La sensazione sulla pelle, applicandolo, è quella di una carezza delicata ma avvolgente che nutre senza ungere e dura a lungo senza creare l’antiestetico effetto lucido. Dopo averlo applicato, va lasciato assorbire per bene per qualche minuto e si può poi procedere con la base del makeup. Il trucco, grazie al Revlon Photoready Perfecting Primer dura più a lungo e ci permette di essere perfette da mattino a sera senza la preoccupazione di fare continui ritocchi. Può essere utilizzato anche da solo, come protagonista di un look estremamente semplice e naturale.

Revlon photoready 2

Un prodotto come questo risulta davvero indispensabile nel beauty di una donna perchè, una volta applicato e testato, diventa un alleato utile per la nostra bellezza, un alleato di cui potersi fidare a occhi chiusi e a cui affidare la propria immagine, un alleato che in maniera silenziosa ed invisibile fa il suo lavoro nel miglior modo possibile.

Articoli correlati:

Lascia un commento

Licenza Creative Commons
Tutti i contenuti pubblicati su PepperChic.com di Paola Floriana Riso sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at http://www.pepperchic.com.
Seo PackagesWhat is seo - seo tips

Per migliorare l'esperienza dei propri utenti PepperChic utilizza dei cookie, anche di terze parti. Proseguendo con la navigazione si accetta l'utilizzo di tali strumenti.

COOKIE POLICY La presente Cookie Policy ha lo scopo di illustrare i tipi e le categorie di cookie, le finalità e le modalità di utilizzo dei cookie da parte di pepperchic.com, nonché di fornire indicazioni agli utenti circa le azioni per rifiutare o eliminare i cookie presenti sul sito. Che cosa sono i cookie? I cookie sono costituiti da porzioni di codice (file informatici o dati parziali) inviate da un server al browser Internet dell’utente, da detto browser memorizzati automaticamente sul computer dell’utente e rinviati automaticamente al server ad ogni occorrenza o successivo accesso al sito. Solitamente un cookie contiene il nome del sito internet dal quale il cookie stesso proviene, la durata vitale del cookie (ovvero per quanto tempo rimarrà sul dispositivo dell’utente) ed un valore, che di regola è un numero unico generato in modo casuale. Ad ogni visita successiva i cookie sono rinviati al sito web che li ha originati (cookie di prime parti) o a un altro sito che li riconosce (cookie di terze parti). I cookie sono utili perché consentono a un sito web di riconoscere il dispositivo dell’utente e hanno diverse finalità come, per esempio, consentire di navigare efficientemente tra le pagine, ricordare i siti preferiti e, in generale, migliorare l'esperienza di navigazione. Contribuiscono anche a garantire che i contenuti pubblicitari visualizzati online siano più mirati ad un utente e ai suoi interessi. Se l’utente decide di disabilitare i cookie, ciò potrebbe influenzare e/o limitare la sua esperienza di navigazione all’interno dei Siti, per esempio potrebbe non essere in grado di visitare determinate sezioni di un Sito o potrebbe non ricevere informazioni personalizzate quando visita i Siti. Come funzionano e come si eliminano i cookie? Le modalità di funzionamento nonché le opzioni per limitare o bloccare i cookie, possono essere regolate modificando le impostazioni del proprio browser internet. La maggioranza dei browser internet sono inizialmente impostati per accettare i cookie in modo automatico, l’utente può tuttavia modificare queste impostazioni per bloccare i cookie o per essere avvertito ogniqualvolta dei cookie vengano inviati al suo dispositivo. Esistono diversi modi per gestire i cookie, a tal fine occorre fare riferimento al manuale di istruzioni o alla schermata di aiuto del proprio browser per verificare come regolare o modificare le impostazioni dello stesso. L’utente è abilitato, infatti, a modificare la configurazione predefinita e disabilitare i cookie (cioè bloccarli in via definitiva), impostando il livello di protezione più elevato. Qui sotto il percorso da seguire per gestire i cookie dai seguenti browser: Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/block-enable-or-allow-cookies Safari: http://support.apple.com/kb/PH11913 Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it-IT&hlrm=fr&hlrm=en Firefox: http://support.mozilla.org/it-IT/kb/enable-and-disable-cookies-website-preferences Se l’utente usa dispositivi diversi tra loro per visualizzare e accedere ai Siti (per esempio, computer, smartphone, tablet, ecc.), deve assicurarsi che ciascun browser su ciascun dispositivo sia regolato per riflettere le proprie preferenze relative ai cookie. Per eliminare i cookie dal browser Internet del proprio smartphone/tablet è necessario fare riferimento al manuale d’uso del dispositivo. Quali tipologie e categorie di cookie utilizza Condé Nast e per quali finalità? I Siti utilizzano diverse tipologie di cookie ognuna delle quali ha una specifica funzione. Condé Nast utilizza i cookie per rendere l’uso dei Siti più semplice e per meglio adattare sia i Siti che i propri prodotti agli interessi e ai bisogni degli utenti. I cookie possono essere usati anche per velocizzare le future esperienze e le attività degli utenti sui Siti. Inoltre, Condé Nast utilizza i cookie per compilare statistiche anonime aggregate che consentono di capire come gli utenti utilizzano i Siti e per migliorare la struttura e i contenuti dei Siti stessi. I Siti di Condé Nast utilizzano o possono utilizzare, anche in combinazione tra di loro, cookie: di “sessione” che vengono memorizzati sul computer dell’utente per mere esigenze tecnico-funzionali, per la trasmissione di identificativi di sessione necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito; essi si cancellano al termine della “sessione” (da cui il nome) con la chiusura del browser; “persistenti” che rimangono memorizzati sul disco rigido del computer fino alla loro scadenza o cancellazione da parte degli utenti. Tramite i cookie persistenti gli utenti che accedono ai siti (o eventuali altri utenti che impiegano il medesimo computer) vengono automaticamente riconosciuti a ogni visita. Cookie di terza parte Quando un utente utilizza i Siti, è possibile che vengano memorizzati alcuni cookie non controllati da Condé Nast. Questo accade, per esempio, se l’utente visita una pagina che contiene contenuti di un sito web di terzi. Di conseguenza, l’utente riceverà cookie da questi servizi di terze parti. Sui cookie di terza parte Condé Nast non ha il controllo delle informazioni fornite dal cookie e non ha accesso a tali dati. Queste informazioni sono controllate totalmente dalle società terze secondo quanto descritto nelle rispettive privacy policy. La tabella che segue riporta i cookie di terza parte presenti sui Siti Condé Nast. Questi ultimi ricadono sotto la diretta ed esclusiva responsabilità del gestore terzo e sono suddivisi nelle seguenti macro-categorie: Analitici: sono i cookie utilizzati per raccogliere e analizzare informazioni statistiche sugli accessi/le visite al sito web. In alcuni casi, associati ad altre informazioni quali le credenziali inserite per l’accesso ad aree riservate (il proprio indirizzo di posta elettronica e la password), possono essere utilizzate per profilare l’utente (abitudini personali, siti visitati, contenuti scaricati, tipi di interazioni effettuate, ecc.). Widgets. Rientrano in questa categoria tutti quei componenti grafici di una interfaccia utente di un programma, che ha lo scopo di facilitare l'utente nell'interazione con il programma stesso (a titolo esemplificativo sono widgets i cookie di Facebook, Google+, Twitter). Advertsing. Rientrano in questa categoria i cookie utilizzati per erogare servizi pubblicitari all’interno di un sito.

Chiudi